LE MIGLIORI UTILITARIE 2018

Spostarsi in città si sa è d’obbligo. C’è chi sceglie di alleviare la sofferenza dei grandi centri, del loro traffico e caos affidandosi ai trasporti pubblici. Ottima scelta questa per l’ambiente e per una città spesso troppo affollata, ma, non sempre è possibile. Orari e spostamenti continui, zone meno collegate o semplicemente non siete proprio vicini alla fermata giusta o peggio, fuori città.

Quale che siano le vostre ragioni a volte si arriva all’inevitabile conseguenza che lo spostamento quotidiano in auto è necessario. Quale allora la cittadina, l’utilitaria per eccellenza che nel 2018 si è rilevata nostra cara amica?

City car, utilitaria, cittadina….

Si parte ovviamente dalle dimensioni, macchina piccola equivale spesso a quel parcheggio, dove quel grande SUV proprio non centra. Minori anche i costi, dimensioni e motori piccoli spesso contribuiscono a un’assicurazione più dolce e un consumo meno doloroso in fin di mese.

I vincitori

Nella nostra classifica la Kia Picanto incontra un’ottima posizione. Siamo alle cinque stelle con lei, arriva con versione 5 porte e una scelta tra cambio automatico o manuale. I suoi interni semplici ma funzionali, grande bagagliaio utilizzato negli spostamenti e le spese quotidiane che la rendono una grande bella scelta. Ricordatevi poi di rendervi la vita più semplice con i tappetini Kia studiati su misura e con sistemi di fissaggio originali. La Skoda Citigo diretta rivale della Kia che vince per sospensioni e comodità della guida. A basse velocità e anche quando si spinge sull’acceleratore, rimaniamo piacevolmente sorpresi nell’abitacolo. Un’utilitaria eccezionalmente composta per le sue dimensioni. Ultima e non per importanza, la Suzuki Celerio che insieme alla Skoda Citigo è una delle scelte più economiche con rinunce minime verso la Kia. La marca giapponese offre la sua più piccola ed economica auto sul mercato, non lasciamoci ingannare però perché possiamo aspettarci tanto da lei. Infatti, la versione base arriva con accessori che includono DAB radio, finestrini elettrici anteriori. La versione SZ3 accompagna il tutto con aria condizionata inclusa e Bluetooth. Una guida piacevole anche per lei e un passaporto per stupirci nel 2019, ci aspettiamo infatti molto dalla giapponese in città.

Tanti i nomi, tanti i rivali.

Altra partecipante e vincitrice è la Citroen C1, per noi vince contro i rivali Volkswagen Up e Hyundai i10. Eppure lo stile e quella versatilità intrinseca nella C1 le assicura, a nostro avviso la testa di fronte ai rivali. Potete per questa scoprirne i coprisedili Citroen cuciti a mano su misura che garantiscono una lunga vita e un’usura lontana. Ottimi punti qualora vogliate rivendere la vostra cara utilitaria e perdere il minimo del valore.

 

Potremmo continuare a lungo, sono, infatti, molte le concorrenti. Questo ci spinge a una deduzione logica, le utilitarie ci sono sempre piaciute e ci piacciono ancora. La differenza di questi ultimi anni vede però delle auto concepite per la città ma che tengono benissimo anche su lunghi viaggi. Infatti, molti di noi scelgono la comodità, forse in versione ristretta, di una city car per ogni giorno e tutto l’anno.

D’altronde si sa, le famiglie spesso sono meno numerose e una cittadina basta per condurci nei nostri “tutti giorni” ma, anche nelle vacanze in auto.

Buon viaggio a tutti!

 

 

 

QUATTRO ZAMPE IN VIAGGIO

Trasporto del cane in auto

Arrivano le vacanze e viaggi più lunghi e assenze prolungate da casa….per tutti! Esatto anche il nostro amico a quattro zampe è pronto per le vacanze e voi siete pronti, per portarlo con voi? Salute e protezione del vostro amico fanno rima con un viaggio senza problemi, da evitare quando si è in vacanza e in generale..

Il nuovo codice della strada, lo abbiamo visto comporta delle nuove regole e parla anche del trasporto del nostro amico nell’auto. L’articolo 169 è quello da osservare attentamente se non si vuole incorrere in multe alquanto salate.  Arriviamo ai 311 euro e un punto in meno sulla patente, quindi concentrazione e seguiamo l’articolo alla lettera. Se il viaggio si presenta lungo o corto, per noi e i bimbi questo crea una differenza fondamentale nella preparazione, per quanto riguarda invece il nostro amico a quattro zampe, nulla cambia. Il trasporto di un animale in auto è consentito ma deve sottostare alle regole, anche se si percorre 100 metri!

Qui vi mettiamo per intero l’articolo 169:

“è vietato il trasporto di animali in numero superiore ad uno e comunque in condizioni da costituire impedimento o pericolo per la guida. È consentito il trasporto di soli animali domestici, anche in numero superiore ad uno, purché custoditi in apposita gabbia o contenitore o nel vano posteriore al posto di guida appositamente diviso da rete od altro analogo mezzo idoneo che, se installati in via permanente, devono essere autorizzati dal competente ufficio della Direzione generale della M.C.T.C.”

Quindi? In sostanza?

Cane o animale domestico benvenuto ma nel baule, o in una gabbia apposita. Non solo, se nel baule la divisione deve essere stata approvata quindi, attenzione prima di comprarne una state attenti sia a norma di legge.

La gabbia rigida è un modo semplice per il trasporto del cane, certo prima di affrontare un lungo viaggio facciamolo abituare con brevi tragitti. Se iniziamo le vacanze con 8 ore di macchina e un cane mai salito nel trasportino, problemi all’orizzonte sicuramente.

La cintura di sicurezza per cani, un altro metodo, uno degli ultimi sul mercato. Si tratta di una vera e propria cintura di sicurezza creata per i nostri quattro zampe. Questa garantisce, la corretta posizione dell’animale, con la sicurezza che non intralci la guida.  

La rete divisoria è uno dei metodi più diffusi e forse anche il più confortevole per il vostro amico. Basta assicurarsi che comprate quella giusta altrimenti, soldi spesi per nulla. Una volta installata inoltre, potete lasciarla al suo posto, si azzera il lavoro di montare e smontare attrezzature come la cintura di sicurezza. Un viaggio di sicuro più piacevole, soprattutto per lunghi tragitti.

Consigli pratici

Come trasporto il cane in auto:

  • Metodo di trasporto omologato
  • Acqua a sufficienza per rinfrescarli
  • Prevenire l’accesso del cane ai finestrini.
  • Niente cibo prima della partenza
  • Ogni due ore mi fermo e lo faccio sgranchire.
  • Il cane ha accesso a una normale ventilazione.
  • Se il cane soffre l’auto assicurarsi di rispettare soste e una guida piacevole per entrambi.

 

Così siamo pronti, è pronto? Speriamo di si e speriamo passiate entrambi insieme delle belle vacanze. Noi abbiamo create per questa e molte altre quotidiane occasioni, dei tappetini baule in grado di facilitare la manutenzione dopo viaggi con i vostri cari amici. Possono inoltre essere combinati con i tappetini auto, tutto su misura per la vostra quattro ruote e in sintonia con il vostro stile. Configurate e scegliete quello che meglio vi rappresenta, per delle vacanze in stile con una marcia in più…

Buon Viaggio a tutti voi!

 

 

 

 

Viaggio in auto….le nostre “on the road” da non perdere in Europa

Hai il tempo, le quattro ruote e la voglia, non aspettare e mettiti alla guida. Dal sole del Portogallo fino al fascino freddo della Transilvania, vi proponiamo itinerari da must, da fare, obbligatori….chiamateli come volete ma, da fare credeteci!

Da Parigi a Berlino

Lasciamo Parigi e dirigiamoci dalla città fino alle dolce viste delle colline saporite, la Reims e Champagne. Due località dove vale la pena fare una piccola sosta, tantissimi i produttori locali che saranno ben felici di farvi assaggiare le loro specialità, locali e introvabili altrove. Se l’assaggio va oltre, meglio fermarsi per una notte, anch’essa indimenticabile nelle campagne francesi, dove anche il cibo non mancherà di stupirvi. Lasciamo le due capitali dello champagne francese e dirigiamoci nella capitale del Lussemburgo, via libera a castelli incantati e leggende senza tempo. Una sola ora a nord est e siete a Tier la città più antica della Germania, dove potrete scoprire le vasche romane e le basiliche ancora intatte. Passa la notte a Riesling, città del vino e prosegui la mattina verso Nuremberg, continua in direzione Leipzig per una dose di caffe indimenticabil, la storica Guerra Fredda, torta e musica classica. Cocktail particolare da non perdere. Finisci per arrivare nella più colorate delle fredde città Europee, dove tra un caffe e una passeggiata, scoprirete la più intrecciata storica Berlino.

Il surf Basco e oltre

Inizia in Bilbao, dove i villaggi sulla costa sono famosi per le onde più ricercate in Europa. Guida fino a San Sebastian divertiti tra la molteplice offerta su sport acquatici e un mangiare che non si dimentica. Continua verso il Sud, direzione Pamplona e risali verso la baia di Biscay, dove la vista è indimenticabile.  Hossegor vi terrà compagnia se siete tra i fanatici del surf, mentre per chi cerca le comodità e non può permettersi qualche altro attento al portafoglio….direzione Biarritz.

Finisci con Bordeaux, la chiamano la perla dell’Aquitania a voi la scoperta del perché!

Scopriamo i Fiordi Norvegesi

Inizia da Bergen, nella costa sud della Norvegia, passa Voss, dove le cascate di Tvindefossen ti lasceranno senza parole. Qui giunge il momento di gustarti (speriamo vi piacciano 🙂 il più lungo tunnel al mondo, circa 24.5 Km sotto le montagne. Arrivati a Sognefjord prendi il traghetto per Fjaler valleys, dove ghiacciai e picchi delle montagne innevate, vi offrono un paesaggio da cartolina.

Da Budapest a Vienna

Inizia da Bucarest, viaggia nord fino alle montagne Carpathian fino in Transilvania, sosta obbligatoria nel Bran Castle…alla ricerca di Dracula. La Transfagaran strada di montagna, ti conduce con la sua bellezza unica al mondo, alle antiche città e castelli di Sibu, in Brasov e Sighisoara. Non perderti poi l’architettura indimenticabile della perla Timisoara. Ora preparati una sosta di qualche giorno in Budapest, dove la città e la sua aria da respirare per capire, merita la vostra sosta.

 

Ci è venuta voglia anche a noi ora, in questo momento di lasciare e partire. Vi ricordiamo di rendere il vostro viaggio sicuro, di fermarvi per tempo quando siete stanche e perché no di approfittare dei una manutenzione on the road facile e veloce con i nostri tappetini per auto e coprisedili auto. Per il momento noi rimaniamo qui e vi auguriamo un buon viaggio a tutti voi.

 

 

 

PRONTI, PARTENZA….VIA CON L’AUTO!

Come viaggiare in auto senza stress

 

È giunta l’ora tanto attesa….le vacanze! Il sole non ci delude e ci rende la visione della spiaggia, mare, montagna o lago invitante e la voglia di essere già li aumenta……eppure siamo ancora a casa!

Ebbene sì, le vacanze includono il viaggio per l’arrivo frizzante e colmo di piacevoli sorrisi, sicuramente più inteso di quello di ritorno. J

Vero però che a volta la strada per l’arrivo in vacanza sotto quel sole torrido e quell’autostrada imbottigliata di traffico, è forse non proprio allettante e serena. Rendiamoci allora la vita più semplice, qualche piccolo trucco da scoprire insieme perché la vacanza inizia al volante e questo non sia un momento spiacevole.

Controllo dal meccanico

Forse siete tra gli esperti dei motori, in questo caso tiratevi, pure su le maniche e controllate bene la vostra auto. Dai normali livelli dell’acqua, dell’olio, a quelli più specifici, fino alla pressione delle ruote. Tutto ciò che deve essere messo sotto esame, questo è il momento di farlo! Nessuno vuole ritrovarsi in autostrada con l’auto in panne per ciò che sappiamo bene, poteva essere evitato.  Se siete tra coloro (come la maggioranza di noi!) che vogliono ben prendersi cura della propria auto ma lasciano fare a chi del settore il lavoro tecnico, è ben arrivato il momento di fare un salto dal nostro meccanico di fiducia. Forse una piccola spesa in più sul momento ma, un grande risparmio di stress e di costi salati se qualche cosa va storto sull’autostrada.

Pianifica il viaggio

Siete ben impazienti di arrivare e ovviamente sapete anche dove andare ma, pensiamo bene alla strada da prendere. Oggi quasi tutti noi abbiamo uno smartphone che possiede sicuramente un GPS, o direttamente nella propria auto o chi ancora possiede il classico tom tom esterno. Non importa, in ogni caso è meglio passare una serata, magari insieme in famiglia, ad analizzare la strada che andrete a prendere. Degli stop saranno necessari e se conoscete il percorso, troverete magari già delle belle arie di sosta più piacevoli e interessanti delle classiche aree in un benzinaio super affollato. Magari avrete perso dieci minuti in più per l’arrivo finale, ma credetemi, arriverete sicuramente più rilassati e chissà che lungo la via non si scopre quel posticino mai pensato o esplorato prima.

Numeri utili

Esatto, tutti noi sappiamo chi chiamare in caso di emergenza….sicuri? Meglio essere super sicuri di avere con voi tutti i numeri necessari, come il soccorso stradale, l’assicurazione e tutto ciò che può rendere il tragitto stress free. Un sopralluogo nella rubrica del cellulare non fa mai male. Un controllo tra i documenti nell’auto, un’atra ottima regola prima di partire e scoprire che avevate bisogno proprio di quel foglio all’entrata di casa…oramai Km lontano da voi.

Riposati

La vacanza lo sappiamo è fatta per riposarsi eppure tendiamo a farla diventare velocemente uno stress. Quest’anno riposati, dall’inizio alla fine. Divertiti, tuffati nelle attività acquatiche che volevi fare tutto l’anno o in quel nuovo sport che tanto volevi provare ma ricordati anche di riposarti. Questo inizia, come must nell’estate al volante, dove l’essere riposati è elemento essenziale per arrivare in vacanza. Quando pensate di essere stanchi, non importa se avete guidato anche solo mezz’ora, stanchezze improvvise possono accadere a tutti soprattutto ad alte temperature. Fermarsi e fare una sosta è d’obbligo. Fermati allora, riposati e pensa che prima di tutti sei già in vacanza.

Rinfreschi

Esatti, rinfreschi per rinfrescarti. Il nostro stivale non accoglie temperature miti d’estate, prepariamoci allora al sole che brucia e ci asseta. Prima di tutto l’acqua e poi il resto, come le bibite per mantenere gli zuccheri in piena forma e, piccoli snack per farci sentire al massimo. Senza esagerare con pasti pesanti che durante l’estate vanno comunque limitati e soprattutto in lunghi tragitti possono avere il risultato opposto a quello desiderato. Via libera a frutta e verdura cruda da sgranocchiare nell’auto e ovviamente, ricordiamoci di aver ben adottato la protezione auto necessaria. Bastano dei coprisedili auto e dei tappetini auto per rendere la vita più semplice.

I più piccoli

Sono loro che vanno coccolati, cui pensare bene prima di partire. I lunghi viaggi sono per loro impegnativi, la noia assale anche i più grandi…figuriamoci chi ancora è piccolo! Via libera allora all’album da disegno, piccoli tavolini per l’auto dove possano scrivere e colorare, libri o giornali con attività riservati esclusivamente all’auto. Quel giocattolo nuovo e interessante è proprio il momento di sfruttarlo al massimo. Giochi da fare tutti insieme, indovina la città, indovina l’animale….via libera alla fantasia e se tuto ciò non basta la cara e ahimè ultra utilizzata tecnologia può tenere comunque compagnia.

 

E con questo speriamo che tutti voi abbiate delle ottime vacanze, i nostri auguri migliori!

 

 

 

MIGLIORI ACCESSORI AUTO 2018

Chi tra di noi non si è sentito quel rimorso dopo l’acquisto dell’ultimo accessorio auto? Chi tra di noi non si è detto “e ora che ci faccio?”. Vuoi o no capita a tutti di comprarsi l’ultimo accessorio auto, in voga per moda o per bisogna e poi scoprirne magari la completa inutilità. Rimane quel dolce momento nell’acquisto, quella piccola soddisfazione del momento, ma a volte rimane molto altro….

Infatti, a volte gli accessori auto non sono poi così accessori, ebbene si! A volte sono necessari, si rivelano utili e così ci siamo detti di andare a scoprire in quest’ultimo anno 2018, quali tra di loro siano davvero stati i protagonisti.  Dalle camere per un parcheggio facile e stress free al localizzatore delle chiavi auto perdute…..li abbiamo messi insieme per avere la nostra classifica 2018.

I vincitori

Iniziamo, per nostro personale giudizio, con i potenti mini e portatili aspirapolveri ormai in commercio, ben diversi dagli antenati che si scaricavano dopo pochi utilizzi. Oggi la tecnologia ci offre molto di più e ci permette di arrivare alla fine del mese con un’auto ancora pulita. Gite al mare o in montagna, corse a scuola e colazione in macchina, i famosi quotidiani che tutti conoscono e che inevitabilmente fanno della nostra cara quattro ruote un accumulo di sporcizie. Eppure con il corretto utilizzo di una passata veloce di questi formidabili piccoli robot e, utilizzo di tappetini auto che rendono la vita sempre più comoda, la manutenzione c’è ma si sente meno! Per i sedili auto basta avere delle fodere auto di protezione che aiutino nel lavoro, togli e lavi in lavatrici, asciughi e rimetti, decisamente meno lavoro che farle lavare a secco o vapore sull’auto.

Numero uno, l’aspirapolvere portatile, fedele amico di una manutenzione facile!

Investimenti più sostanziosi forse ma, alla lunga potrebbero rivelarsi redditizi. Stiamo parlando delle camere “Dash Cam”. Addio alle lunghe e tristemente poco risolutive spiegazioni rivolte alle compagnie assicurative, dove l’incidente non era colpa vostra ora è provato. La telecamera, infatti, registra l’avvenuto e se ha il suo costo iniziale, in caso di fraintendimenti si rivela un ottimo alleato per non perdere le riparazioni giustamente dovute dalla vostra assicurazione.

Altro amico che a me personalmente piace, è il trova chiavi: “Tile Mate”. Chi non ha passato quei frenetici e irritanti 10 minuti la mattina a cercare le chiavi per casa, sicuri di averle lasciate li, siete a cercare mentre le file in strada aumentano. Chi non ha passato altri minuti nel parcheggio sotto la pioggia, perché le chiavi sono in borsa eppure no, o forse si….non le trovo! Ancora peggio, chiavi perse e connettiti a YouTube per vedere sulla tua auto come aprire la portiera senza le chiavi o, chiama il servizio di soccorso, spese che aumentano per un problema oggi facile da prevenire. Così un altro addio benvenuto e senza lacrime, basta, infatti, con tempi persi, perché il trova chiavi, ci dice dove sono le nostre chiavi, evitando piccole irritazioni con una spesa minima. Basta una telefonata e il dispositivo si attiva e suona o con un’applicazione sul cellulare, individua l’ultimo posto, dove le chiavi sono state viste.

Continuiamo con la presa accendisigari a due porte, ormai entrata nelle classifiche da anni, non termina di migliorarsi. Infatti, oggi con spese davvero minime si arriva ad avere un’ottima qualità di ricarica a doppia porta. Ci sono poi anche le radio a essa attaccate che possono donarci in un click tutte le nostre stazioni favorite.

Insomma di accessori tanti e questa una lista senza fine, possiamo, infatti, continuare a lungo ma abbiamo deciso di concentrarci sui più venduti e quelli che a noi personalmente sono sembrati utili. A voi la scelta, a voi la parola, quale il vostro accessorio per quest’anno?

 

Tra mare e Montagna, viaggia in auto con le nostre migliori strade.

In Portogallo e ….

Inizia in Braga, guida verso sud direzione Guimaraes, città patrimonio dell’UNESCO. Dirigiti poi verso la seconda città di Porto, da esplorare e assaporare, cucina indimenticabile. Guida verso est e raggiungi Amarante, continua e finisci inevitabilmente sulla strada costiera con le sue spiagge bianche della Figueira da Foz. Da qui obbligo fino a Peniche, Ericera e Lisbona: questa la capitale in gara per battere la cool Berlino.  Prosegui verso sud, sequenza di paesaggi da fotografare come Sagres, Arrifana e Carrapateira. Mantieni la memoria necessaria per una must foto in Algarve e finisci in bellezza con il Faro. Se ancora non sei soddisfatto e hai tempo, da non perdere il traghetto fino a Algeciras in Spagna fino al Morocco. Finisci il tuo viaggio con parcheggi in Merzuga, tramonto impossibile da descrivere e sulla lista da fare.

Avventura in Germania

Alpenstrasse, o Alpine Road o ancora strada Alpina. Questa la strada verso l’avventura in Bavaria. Inizia in Linau direzione Oberstaufen, dove per chi può, è da non perdere uno dei trattamenti spa offerti nella capitale più famosa per il wellness. Riposato e pronto? Prosegui verso est dirigiti fino a Breitachlamm, dove il fiume Breitach attraversa le verdi colline e massi giganteschi. Arriva fino a Fussen famosissima città per il suo artigianato che produce violini famosi in tutto il mondo. Neuschwanstein Castle non è lontana e merita la vista, la struttura ispirò Walt Disney nella sua riproduzione di Cenerentola. Andate pire a scoprire perché… Per coloro che si avventurano durante l’estate, siete nel giusto periodo per arrivare a  Garmisch-Partenkirchen, fermarvi a Benediktbeuern sulla via verso il villaggio medioevale di bad Tolz. Risali fino a Chiemgau Alps e finisci nella capitale di Monaco. Se le strade di montagna sono il tuo pallino e già ti mancano, sei nel posto giusto per riprenderle, basta continuare verso Salzburg, con stop nelle caverne di ghiaccio di Werfen a zero detour.

à di Porto

Spiagge incontaminate e autostrade avventurose: la Grecia

Inizia da Atene e prendi la strada costiera passando per l’Anthenian Riviera fino a Sounion, situata sulla cima della Penisola Attica. Riposati e guarda un tramonto romantico anche da soli, dietro il Tempio di Poseidone. Riprendi il volante e guida verso Korinthos prima di fermarti nella leggendaria città di Mycenae, la casa degli eroi Omerici. Se cerchi il lusso allora non esitare e dirigiti verso Nafplio, soggiorni indimenticabili lungo il mare vi aspettano. Da non perdere poi direzione Mystra, la capitale culturale e politica di Bizantino. Voglia di proseguire? Benissimo! Continua pure verso Olympia, qualche chilometro in più che ne vale davvero la pena, con il villaggio di Delphi la casa degli antichi sport olimpici. Ritorna verso Atene dal Nord, un viaggio da non perdere e per chi può maggio è il mese migliore.

Da Londra a Edimburgo

Lascia la frenetica capitale Inglese e dirigiti verso Oxford, la casa della più antica Università Inglese e il posto giusto per scoprire pub storici. Se hai tempo, passa per i cottage della CotsWolds se invece vai di fretta, prosegui pure nord direzione Stratford-Upon-Avon patri di Shakespeare. Sei a due ore e mezzo da Manchester per una città da vedere e un match di football in uno dei tanti pub da non perdere. Lascia e prosegui verso York, con il suo muro costruito dai Romani circa 2000 anni fa. Non perderti il Lake District National Park, uno scenario che ispirò i migliori poeti romantici inglesi e arriva fino a Edimburgo, passando per i bellissimi villaggi medioevali.

La costa segreta della Sicilia e Calabria

Accendi i motori in Palermo, il più grande centro storico in Italia dopo Roma e, forse, uno dei più caotici. L’avventura inizia con direzione Costa Tirrenica per le sabbie dorate di Cefalù, il medioevo per eccellenza. Entra nell’isola verso la città di Enna, costeggiata da scogliere e costruita su un’impressionante collina. Continua verso Sud, sulle sponde ioniche di Siracusa, architettura greca ancora intatta da scoprire. A questo punto su verso Catania per un must to do trip, sulla cima dell’Etna. Il più grande vulcano attivo in tutto il continente europeo. Finisci con ritorno a Messina o traghetto verso la penisola con direzione Calabria. Qui approfitta dei piccoli villaggi e delle loro osterie, dove il palato festeggia.

Ci è venuta voglia anche a noi ora, in questo momento di lasciare e partire. Vi ricordiamo di rendere il vostro viaggio sicuro, di fermarvi per tempo quando siete stanche e perché no di approfittare dei una manutenzione on the road facile e veloce con i nostri tappetini per auto e coprisedili auto. Per il momento noi rimaniamo qui e vi auguriamo un buon viaggio a tutti voi.

 

 

Buon compleanno Porsche 917

E’ giunto il momento di festeggiare la Porsche 917 compie, infatti, 50 anni!

Mezzo secolo di successi ed emozioni veloci, a bordo del lusso made by Porsche, sotto la severa direzione di Stuttgart-Zuffenhausen. Questi i nomi che hanno prodotto una delle più forti tra le auto da corsa. Era il 1969, precisamente il 12 Marzo, al Motor Show di Ginevra in Svizzera quando in attesa fremente si scopre per la prima volta la 917-001. Oggi la casa madre decide di restaurare la stessa opera datata 50 anni, riportarla alla sua originaria bellezza. Gli anni passano per tutti e la casa automobilistica Porsche ha certamente cambiato e rinnovato il modello di costruzione, così il museo e gli ingegneri al lavoro hanno cominciato la restaurazione iniziando, proprio dai materiali utilizzati.

Un Restauro ad opera Porsche

La 917-001 del quarto gruppo sulle auto da corsa, è stata creata per stracciare su pista i rivali nella gara di Le Mans e vincere la Brand World Championship. Oltre un anno d’intenso lavoro per il restauro completo, dove ingegneri e addetti ai lavori presso il museo, si sono messi al lavoro in un team senza sosta. Tanti i cambiamenti che i 50 anni si sono portati, così mantenere i materiali per quanto possibile uguale a quelli del 1969 era una delle più grandi priorità. Analisi quindi dei materiali presenti per comprendere quali potessero essere riutilizzati e quali no, comparato il lavoro con la nuova tecnologia state-of-art 3D technology si giunge lentamente alle conclusioni. Esattamente 50 anni dopo, la 917-001 sarà presentata al Museo della Porsche restaurata nelle sue originali condizioni del 1969

Turbo Technology

suo primo anno la famosa quattro ruote gareggia nei 1000 chilometri a Zeltweg in Austria. L’anno dopo la sua nascita, 1970, Hans Hermann e Richard Attwood vincono Le mans e il successo, si ripete, nel 1971. Seguono due nuovi modelli, la 917/10 e la 917/30 versioni turbo con 1000PS, sono loro a consentire la vincita della North American CanAm nel 1972 e 1973, sotto la guida di George Follmer e Mark Donohue.

Cosi dal 14 maggio fino al 15 settembre, il Museo Porsche farà i meritati onori a questa storica di successo. L’esibizione chiamata “Colors of Speed” dove si avrà la possibilità di ammirare 10 modelli della 917 e molto altro ancora, un evento da non perdere.

Noi abbiamo deciso di rendere omaggio la Porsche di oggi, mantenendolo impeccabile ogni giorno, grazie ai nostri coprisedili auto Porsche e tappetini auto Porsche. Perché il nuovo resto perfetto, per una manutenzione facile e uno stile che parla di voi!

 

Buon viaggio a tutti!

COPRISEDILI FORD TOURNEO

La vostra Tourneo e i nostri Stilisti

La vostra nuova Tourneo ha ormai qualche anno e i vostri sedili cominciano a risentire il tempo che passa o, forse, no! Infatti, per molti, anche dopo anni passati insieme la vostra cara quattro ruote rimane impeccabile, come il primo giorno. Eppure arriva un momento, e meglio tardi che mai, nel quale è meglio cominciare a proteggere per evitare l’inevitabile.

Cominciamo dalla tappezzeria auto, i sedili ogni giorno sono messi a dura prova e dopo anni l’usura diventa un must, il sali e scendi, quel “tram-tram” quotidiano porta all’invecchiamento, per non parlare delle macchie difficili e scomode da pulire. Per questo a volte la soluzione migliore risiede nei coprisedili, certo su misura, perché nessuno di noi vuole ritrovarsi con degli interni dall’aspetto dubbioso e scomodo nelle sedute che scivolano o non rispettano le funzionalità della nostra auto. La scelta è fatta e su misura delle vostre attese come del vostro stile, in questo caso uno tra i nostri cari clienti ha scelto il semilpelle nero, facile da pulire e misto a un tessuto tecnico che dona durata e resistenza nel tempo.

Semilpelle nero e tessuto tecnico

Il semilpelle è studiato su misura quindi non elasticizzato ma cucito al millimetro, riveste la seduta e lo schienale del vostro sedile. Nei laterali e nei poggiatesta troviamo un tessuto tecnico, pensato per sposarsi perfettamente alla vestibilità richiesta all’unione con il semilpelle. Insieme svolgono la funzione desiderata, aderenza al 100% sulle sagome originali della vostra Ford Tourneo.

 

Sedute protette con stile                      

I vostri sedili saranno rinnovati, in questo caso con il semilpelle basta passare un panno umido e l’eventuale macchia sparisce. Se invece siamo giunti a una di quelle macchie che richiede la lavatrice, nessun problema. Tutti i nostri coprisedili compresi, il semilpelle, in scelta nera qui sotto ma anche grigia, possono essere lavati a bassa temperatura in lavatrice.

Sagome originali rispetto completo delle funzionalità

Ogni auto ha i suoi propri accessori, alcuni di base e altri invece sono stati espressamente richiesti. Quale che sia il vostro caso, viene da noi elencato e descritto nelle schede tecniche, queste servono esattamente per farvi capire quali funzionalità della vostra auto saranno prese in considerazione e quali invece non sono comprese nelle nostre sagome. La sartoria lavora a mano i vostri coprisedili Ford Tourneo, che in questa versione prevedono uno schienale anteriore con le mensole per i passeggeri posteriori. Una funzionalità amata dai piccoli come dai grandi, assolutamente da non perdere e rispettare nei dettagli, così le nostre sagome nascono intagliate per questo. Da non dimenticare poi, le nostre etichette Airbag, garantiscono il pieno rispetto della funzionalità obbligatoria per legge cui stare ben attenti ogni volta che, si fa un acquisto.

Infine, nei sedili posteriori troverete secondo la vostra configurazione dei coprisedili che fanno al caso vostro. In questo caso si tratta della configurazione nei sedili posteriori,

 

divisi in 2/3+1/3. Sembra un gioco di numeri per molti, in realtà nella terminologia spesso troppo tecnica, vuole esprimere un sedile posteriore dove, lo schienale e la seduta sono divisi in due parti: la parte più grande rispettivamente dietro il conducente mentre quella più piccola rimane dietro al passeggero.

Rivestiti anch’essi e protetti sullo stile della nostra semilpelle nera, possono essere abbinati anche a dei tappetini Ford Tourneo per interni, disponibili in gomma come in moquette. Ovviamente se ci siamo, possiamo anche pensare la baule spesso tralasciato eppure sfruttato quotidianamente, qui i tappetini bagagliaio svolgono una funzione di protezione spesso davvero indispensabile.

Con questo vi auguriamo un ottimo viaggio, protetti con lo stile in auto della Stilistauto.it !

 

 

2019 E IL NUOVO CODICE DELLA STRADA

Tutti pronti per viaggiare, vacanze o no, quasi tutti noi possediamo l’auto e la utilizziamo frequentemente. Ecco che torna utile conoscere bene il codice della strada con i suoi 408 articoli, di cui 19 appendici, che regolano la guida dei veicoli, la gestione delle strade, il corretto comportamento da mantenere al volante, e gli illeciti, le sanzioni e i provvedimenti amministrativi in caso d’infrazioni. Ovviamente nessuno di noi può conoscere esattamente le regole ma saperne le novità e, un vantaggio che può risparmiarci sanzioni e comportamenti pericolosi.

Oggi si si viene fermati conducendo e parlando al telefono, si guarda ad una multa salatissima, da 422 a 1.697 euro per chi usa il cellulare durante la guida e sospensione della patente da 1 a 3 mesi solo se la stessa violazione avviene durante i due anni successivi alla prima multa.

Le news

Il Codice della Strada si tiene al passo con i tempi che cambiano. Ovviamente è inutile avere un codice che non cambia e non segue, prevenendo o punendo i comportamenti degli automobilisti.

Tra le principali novità troviamo:

  1. I maggiorenni potranno circolare con i ciclomotori 125 in autostrada;
  2. Chi è colto a cellulare rischia la sospensione della patente da 7 a 30 giorni (da uno a tre mesi nel caso d’infrazione reiterata), e una multa da 422 a 1.697 euro;
  3. Per la prima volta saranno «normati» monopattini, skate e hoverboard, e le moto elettriche potranno andare in autostrada;
  4. Confermata l’abolizione della tassa di possesso per i veicoli storici;
  5. Confermata la cancellazione dell’obbligo degli anabbaglianti di giorno per le auto fuori dai centri abitati;
  6. Sanzione doppia per chi guida una vettura senza assicurazione;
  7. Il collaudo per i veicoli a cui si agganciano carrelli non più necessario, basta il certificato della casa costruttrice;
  8. Si possono immatricolare piccoli trattori da parte di privati, senza partita IVA, purché il mezzo non superi le 6 tonnellate.

 

Neopatentati

 

I primi tre anni con la patente? La categoria A2, A, B1 e B non può superare la velocità di 100 km/h per le autostrade e di 90 km/h per le strade extraurbane principali. Per chi possiede la categoria B, il primo anno dal rilascio non è consentita la guida di autoveicoli aventi una potenza specifica, riferita alla tara, superiore a 55 kW/t.

La multa nella mail

Esatto con il nuovo codice della Strada 2019 una volta che siamo stati multati, possiamo avere la notificazione direttamente via mail. Se chi conduce possiede un indirizzo PEC si vedrà notificato il verbale di contestazione, direttamente per via telematica.

Buona notizia per chi vuole tentare di impugnare la sanzione, perché avrà diretta notifica e non incorre di superare i limiti per fare ricorso.

Alt per eccesso di velocità

L’ordinanza numero 27771 della Corte di Cassazione, ci ha portato la novità della Polizia sugli Alt. Se si guida in velocità eccesiva su rettilineo, la polizia ha il diritto di fermarci.

Assistenza legale in caso di alcol test

Altra nota che arriva dopo la sentenza in cassazione, n. 51284/2017, dove se ci sono feriti non si ha bisogno di avere un legale presente per disporre un test d’alcol o del sangue. Mentre se il test è stato richiesto dalla polizia, deve essere presente un assistente legale.

Abuso d’ufficio

Capita, è capitato e capiterà. La polizia che intima l’Alt all’automobilista, riscontrando un’infrazione non grave, lo fa poi andar via con la raccomandazione. Questo prima poteva arrivare a rappresentare un abuso di ufficio da parte della Polizia. Oggi dopo la sentenza della Cassazione dell’11/10/2017 n° 46788 quest’omissione non è configurabile come abuso d’ufficio.

 

Speriamo di avervi illustrato in maniera chiara le principali novità presenti sul nostro nuovo codice della strada, e come sempre un buon viaggio a tutti con Stilistauto.it !

ARRIVA L’ESTATE…..!! E L’AUTO?

Lo sappiamo tutti, d’inverno le difficoltà sono tante e l’auto è spesso sotto pressione….famosi i problemi, risaputi i rischi. Eppure con l’arrivo della bella stagione e del caldo si tende spesso a dimenticare che anche le nostre care quattro ruote deve affrontare un periodo in cui la protezione non può mancare.

Ecco allora i nostri consigli, pratici e veloci per determinare che siamo tutti pronti per le vacanze e che possiamo essere tranquilli nella nostra auto e concederle le cure a questa necessarie…

CONTROLLO PNEUMATICI

Iniziare con la sicurezza si sa non fa’ mai male, impossibile quindi non cominciare dai pneumatici. Sono loro infatti i protagonisti nelle stagioni freddi le abbiamo protetti con le calze da neve su misura e ora dobbiamo proteggerli con la conoscenza.  Le ruote usurate non sono le benvenute mai e nei periodi estivi potrebbero risolversi in seri incidenti per cui il risparmio non ne vale la candela, allora essendo più obiettivi possibili, ispezioniamo se queste hanno bisogno di essere cambiate o no. Nel caso in cui siate fortunati e possiate passare serenamente un’altra estate in loro compagnia, prendetevene cura controllando la pressione. In ogni stazione di servizio (o quasi.) troviamo a nostra disposizione il servizio per gonfiare le ruote, informatevi a priori della pressione necessaria e controllate in seguito ogni ruota. Il giusto equilibrio contribuisce notevolmente alla tenuta di strada e tenere lontano il loro precoce deterioramento.

 

AUTO PULITA

Una bella pulizia generale fuori, c’è chi lo trova divertente e chi meno….ma fa’ sempre bene. Unitela poi alla pulizia degli interni e vedrete che ne vale la pena, equipaggiate poi con dei coprisedili auto su misura e tutto diviene più semplice. Se poi anche a terra volete avere meno lavoro da fare, specialmente per chi ha deciso di partire al mare, potete risparmiarvi molto tempo con l’aspirapolvere. Basta utilizzare dei tappetini auto, saranno in grado di proteggere abbellire sui vostri gusti e rendere la manutenzione veloce e pratica.

FRENI SICURI

L’inverno con le sue rigide temperature è oramai un ricordo per noi eppure per la nostra auto no. Forse i segni sono rimasti e bisogna stare attenti ai freni prima di partire o di affrontare i mesi estivi, se si hanno le conoscenze, si possono togliere le ruote e guardare i dischi del freno. I bordi sono danneggiati, hanno cambiato colore, ci sono dei segni di usura lieve o meno? In quel caso o per ogni dubbio, rivolgetevi alle mani esperte di un meccanico in grado di determinare se sia arrivato il momento di cambiare o no.

LIVELLO DELL’OLIO

Esatto, controlla l’olio, tra i più comuni eppure a volte lo scordiamo. Controlliamo l’olio che dovrebbe avere un colore ambrato, se sotto il livello non esitiamo a riempirlo nuovamente e se la parte in superficie appena visibile appare nera o con colore che suona sospetto, forse è arrivato il momento di cambiare l’olio. In questo caso, generalmente ogni 4000 o 5000 miglia per olii normali, mentre i sintetici si tengono sui 2000 o 3000 miglia, bisogna cambiarlo immediatamente.

Se la vostra auto è tra quelle a cambio automatico, fate attenzione anche a livello dell’olio per il cambio e seguite il libretto d’istruzioni. Per le auto a cambio manuale, almeno che voi non siate dei segreti esperti meccanici, può essere abbastanza complicato e a volte vale la pena fare un salto dal meccanico.

RADIATORE

Anche lui sotto ispezione, controlla il livello deve essere pieno come prescritto nel vostro libretto d’istruzioni.

SERVO STERZO

Un altro livello da controllare e che normalmente si fa’ sentire nella guida. Infatti, se le manovre sono più faticose controllate il livello del liquido responsabile per una manovra senza sforzi. Non tutti i garage lo controllano, quindi è bene ricordarglielo o almeno metterlo in programma.

OLIO DEI FRENI

Da controllare scrupolosamente o farlo fare a chi compete. Anche questo ben indicato sul contenitore, il livello si deve trovare alto senza sorpassare il segno di max.

BATTERIE

Cariche e senza problemi, se la chiave gira due volte prima che l’auto dia segni di vita, è chiaro, bisogna cambiare la batteria! Se invece il liquido è basso e sapete come fare, riempitelo altrimenti anche in questo caso rivolgetevi a chi di dovere.

TERGICRISTALLI

Dopo un inverno di neve e ghiaccio, sono forse danneggiati. In estate prevediamo piogge scarse ma vetri secchi e impolverati da pulire. Controllate allora il livello dell’acqua per lavare i vetri ma anche i tergicristalli stessi.

E con questo speriamo proprio che passiate delle ottime vacanze, in tutta sicurezza e con lo stile in auto!