Alfa Romeo: addio Biscione!

 

Alfa Romeo: un logo speciale per i suoi 110 anni 

Dopo Citroën nel 2019, è la volta dell’Alfa Romeo di essere sotto i riflettori per quest’anno 2020. Il 24 giugno, il marchio celebrerà i suoi 110 anni : l’opportunità per i suoi designer di creare un nuovo logo vestito di passato ma dal sapore del futuro. 

Alfa Romeo: 110 anni di storia

ALFA è nata nel 1910 a Milano, dopo l’acquisizione da parte di un gruppo di industriali e finanziatori di una piccola struttura presente nella costruzione di automobili. Sul punto di fallire nel 1915, fu rilevato da Nicola Romeo, un ingegnere napoletano, che gli diede il suo nome. Fu sotto la sua guida che l’azienda conobbe il suo primo periodo d’oro. Ma fu nel 1950 che il produttore Alfa Romeo conobbe il suo periodo più importante con i suoi modelli Alfa Romeo 1900 e Alfa Romeo Giulietta, che segnarono la sua storia. Questa prosperità, per quanto fragile, non resisterà allo shock petrolifero e alle difficoltà finanziarie dell’azienda. Fu nel 1986 che la FIAT, sua rivale, iniziò una profonda ristrutturazione per evitare il peggio per il produttore Alfa

Oggi, per celebrare il suo 110 ° anniversario, Alfa Romeo ha pianificato un intero programma di manifestazioni ed eventi, che promette grandi sorprese. 

 

Il nuovo logo Alfa Romeo 

A differenza di altre case automobilistiche, Alfa Romeo ha sempre mantenuto lo stesso logo sin dalle sue origini. Il nuovissimo, firmato Robilant Associati, è stato immaginato per rappresentare sia il passato che il futuro dell’azienda. Sarà esposto su tutte le auto che lasceranno le linee di produzione nel 2020 e accompagneranno ogni evento del marchio durante tutto l’anno. Il nuovo logo Alfa Romeo non dovrebbe destabilizzare i suoi clienti. Più moderno, conserva tutta l’iconografia cara al marchio e rimane fedele ai suoi elementi emblematici. 

È il numero 110 che prende il posto del logo e che si scompone in diverse dimensioni: la dimensione crescente dei primi due numeri “1” simboleggia la transizione dell’azienda dal passato al presente. Per quanto riguarda lo zero, cattura lo sguardo con le sue dimensioni abbastanza grandi da contenere il famoso “biscione”, simbolo del marchio Alfa. Sotto il logo, i progettisti volevano mantenere lo stesso carattere per la firma della casa automobilistica.  

Nuovo logo, nuovo slogan, Alfa Romeo intende continuare a indossare l’orgoglio italiano sulle strade e rafforzare l’immagine del proprio marchio. Un anno 2020, ricco di celebrazioni, che probabilmente riempirà i fan della famosa casa automobilistica. 

Sei un seguace del marchio Alfa Romeo ? Non esitare a scoprire i nostri accessori auto Alfa Romeo, per proteggere la tua Alfa con lo stile che si merita. Scegli tra i nostri coprisedili auto Alfa Romeo studiati sulle misure originali della casa automobilistica. Pensa all’interno con un abitacolo protetto ed elegante con i tappetini su misura Alfa Romeo tutti personalizzabili e non perdere di vista il baule della tua Alfa. Troppo spesso dimenticato è proprio lì che si accumula lo sporco e allora proteggilo con il tappetino baule personalizzabile e su misura Alfa Romeo e finisci con la cura della carrozzeria, grazie ai nostri teli copriauto Alfa Romeo.

Renault Scénic 4: un nuovo stile

Dopo tre generazioni e 5 milioni di auto vendute, la Renault Scénic 4, il famoso minivan del produttore francese, sta cambiando il suo stile. Presentata al Salone di Ginevra 2016, la Renault Scénic 4 ha un aspetto più muscoloso e una forte personalità per adattarsi alla nuova tendenza nel mercato automobilistico. Una breve panoramica di questa nuova generazione di monovolume compatti

 

Renault Scénic 4: un design più dinamico e più sexy

Il punto di forza di questa quarta generazione è decisamente il suo stile. Infatti, la vendita di minivan è leggermente in calo rispetto a quella dei SUV, il costruttore Renault ha deciso di adattare il suo minivan. Per seguire questa nuova tendenza motivata dall’aspetto familiare e sportivo del SUV, Renault ha scelto un design più attraente, più dinamico e più sexy per Scénic 4. Sebbene la versione a 5 posti sia sempre stata favorita grazie al suo volume di bagagliaio più grande, Renault continua a declinare il suo minivan in due lunghezze: una versione corta che si estende per 4,41 metri e una versione lunga con il Grand Scénic.

Grazie al suo corpo più lungo e più largo, ma anche più alto del suo predecessore, lo Scénic 4 compete con la Citroën C4 Picasso, la Ford C Max o la Kia Carens.

In termini di sicurezza, il nuovo Scénic 4 non ha nulla da invidiare ai suoi concorrenti: sistema ISOFIX, 6 airbag, sistema di frenata di emergenza, ecc. Il suo parabrezza panoramico e trittico migliora anche la visibilità e la visione laterale, per una guida piacevole e completamente sicura.  

 

Renault Scénic 4: modularità e vivibilità

All’interno, la vivibilità di Scénic 4 è migliorata rispetto alla versione precedente. Nella parte posteriore, il comfort è migliorato grazie all’abbandono dei sedili indipendenti ed estraibili a favore di un sedile posteriore a scomparsa. Per quanto riguarda il frontale, lo Scénic 4 presenta bellissimi volumi e un’abitabilità sufficientemente spaziosa. Ha una buona posizione di guida e ampi spazi di archiviazione grazie a una console centrale che consente di memorizzare un buon numero di oggetti e di ricaricare i dispositivi sulle porte USB. Sul lato passeggero, Renault ha preferito sostituire il vano portaoggetti con un cosiddetto cassetto “Easy Life“, che potrebbe tuttavia intralciare con le ginocchia del passeggero. 

All’avanguardia della tecnologia, questo monovolume compatto ha il vantaggio di offrire (a seconda della versione scelta) equipaggiamento relativamente completo: cruscotto con touch pad verticale, aria condizionata a 2 zone, GPS per la versione SL Limited, telecamera per retromarcia, fari Full LED per la versione Intens o sedili elettrici riscaldati per la versione Initial Paris. Una scommessa piuttosto riuscita per il produttore che può sentirsi soddisfatto delle sue scelte.

MPV o SUV, non dimenticare di prenderti cura del tuo veicolo e della sua tappezzeria. I sedili raffinati o sportivi delle auto meritano la tua attenzione, eppure proteggerli quotidianamente e’ davvero una mission impossible. Allora semplificati la vita con i nostri coprisedili su misura Renault Scénic 4. E non dimenticare di proteggere davvero il tuo abitacolo prova i tappetini auto Scenic 4. Interamente su misura, sono installati e adattati senza alcuna difficoltà. 

 

Non vi resta che partire e allora a noi non resta che augurarvi un ….

Buon viaggio! 

 

 

 

Dispositivi anti abbandono in auto

Dispositivi anti abbandono  in auto

Nel mirino delle polemiche,  i dispositivi Anti abbandono. Tante le polemiche e pochi gli incentivi,  dal 7 novembre dello scorso anno in Italia obbligatori nel seggiolino per bambini questi nuovi dispositivi.

 

Da questo momento in poi abbiamo visto la legge 172 Del nuovo Codice della Strada, entrata in vigore,  nel installa un abbandono. Ma di cosa si tratta esattamente? quando parliamo di un dispositivo anti abbandono nel seggiolino dei più piccoli,  di cosa davvero parliamo?

Cos’e’ il dispositivo anti abbandono?

 

A volte una specie di “cuscinetto” da sistemare direttamente sotto un normale seggiolino auto per bambini, in altri si tratta di sensori già integrati in alcuni modelli di seggiolini. Collegati a volte a un allarme vero e proprio allarme che viene attivato ogni volta che il conducente dell’auto si allontana. Altri tipi notificano il pericolo sul cellulare, via app e Bluetooth. Sono i cosiddetti “sistemi anti abbandono” e hanno tutti il medesimo scopo: evitare che i genitori dimenticano i propri bimbi in macchina.Un dispositivo costoso che per il suo acquisto prevede però la possibilità di richiedere un contributo. Questo contributo sarà poi erogato tramite il rilascio di un buono spesa elettronico, allora del buono è di €30 e dal 20 febbraio del 2020 ci si dovrà registrare sulla piattaforma informatica pensata tramite il sito www.mit.gov.it. Questa è la piattaforma che ci offre la possibilità dietro registrazione di richiedere il contributo. Per chi lo ha già acquistato, cosa fare? 

Niente paura, il contributo può essere erogato anche sotto forma di rimborso. Sempre entro il 20 febbraio bisogna registrarsi, per un contributo o per un rimborso allegando Ovviamente la copia del giustificativo della spesa sostenuta. Fino a esaurimento dei fondi stanziati. Ovvero 15,1 milioni per il 2019 e un milione per il 2020. 

L’articolo 172 del codice della strada è quello che prevede quindi il nuovo sistema di ritenuta e sicurezza per i bambini. Il regolamento nello specifico decreto è il numero 122/2019 del ministro per le infrastrutture e i trasporti, decreto seggiolino. Questo è il decreto A cui bisogna fare attenzione quando si sceglie il dispositivo anti abbandono. 

 

Fare bene attenzione perché i requisiti tecnici del dispositivo sono chiari e in alternativa vengono dettate le norme a cui ci si può affidare: 

 

  1. Il seggiolino può averlo in origine 
  2. Dotazione di base o accessori del veicolo compreso nel suo fascicolo di omologazione
  3. Indipendente dal sistema di ritenuta o del veicolo 

 

La polizia di stato ha emanato una circolare che specifica l’entrata in vigore dell’obbligo riguardante il seggiolino e il suo sistema di anti abbandono. Quest’ultimo infatti bisogna che si attivi in maniera automatica a ogni utilizzo, nessuna azione del conducente è prevista, si emette un segnale di allarme che si può percepire dentro e fuori il veicolo e che attira velocemente l’attenzione. I consigli della polizia sono chiari, verificata la conformità del dispositivo e i suoi requisiti tecnici previsti dal regolamento. Facciamo quindi bene intenzione alla documentazione tecnica che arriva con il dispositivo. Il decreto legge arriva con due allegati, l’allegato a riguardo ai dispositivi di primo e secondo tipo, quelli di terzo tipo. Il tutto rispetto alla normativa dell’Unione Europea per le condizioni di commercializzazione del dispositivo, detta anche normativa di armonizzazione Ue. 

 

In Italia tantissime le polemiche contro una legge che se protegge più piccoli è arrivata forse troppo all’improvviso nel nostro bel paese. Per questo si è cercato di opporsi assunzioni immediate, i siti tra cui ricordiamo Altroconsumo, e tanti i partiti politici che hanno reclamato per una estensione dei tempi di erogazione. Dopo Quindi le migliaia di richieste dei cittadini e delle associazioni dei consumatori anche ricordiamo, fu Lanza a pubblicare per prima la notizia: È in arrivo una moratoria fino al 6 marzo 2020 perché non installa nell’automobile il meccanismo anti abbandono sui seggiolini per i bambini fino ai 4 anni. PD, quanto si apprende, maratone mandamento al decreto fiscale collegato alla manovra che fa slittare di 4 mesi le sanzioni per chi non si adegua. Delle Infrastrutture, micheli, già dato disponibilità a una moratoria. L’iniziativa era stata annunciata nei giorni scorsi anche dal Movimento 5 Stelle. Attenzione quindi perché ormai siamo vicini a una moratoria che vede la fine i primi di marzo quindi il pagamento delle multe è inevitabile per chi non è provvisto del siste.

 

La sanzione prevista è cara, di multa è variabile e parte dagli €81 fino ad arrivare €326 è la decurtazione di 5 punti dalla patente. In caso di recidiva nei due anni successivi, la sospensione della licenza di guida da 15 giorni fino ai 2 mesi di tempo. 

Un pensiero….

 

Certo a noi rimane la questione, come si fa a dimenticare i bimbi nell’auto? In quela condizione ci troviamo per arrivare a tanto? Forse domande normali o no? Forse dobbiamo cominciare a prestare più attenzione alla ragioni e condizioni sociali che ci spingono a dimenticare addirittura il nostro bimbo nell’auto. 

 

A quelle condizioni un allarme  possiamo metterlo, e forse e’ già scattato da tempo!
Ma chi lo ascolta? 

 

Renault Mégane 4: tempo di restyling

 

La Renault Mégane 4 è la famosa berlina compatta del produttore a forma di diamante. Quarta della sua generazione, è stata presentata al Motor Show di Francoforte nel 2015 e poi commercializzata all’inizio del 2016. Come tutte le berline compatte sul mercato, come la Peugeot 308 o la Volkswagen Golf, la Renault Mégane 4 beneficerà di un piccolo restyling previsto per la primavera del 2020. Una rapida panoramica di questo tanto atteso restyling.

 

Renault Mégane 4: quelle piccole modifiche 

Il restyling è un passo importante e strategico nella vita di un’auto. Mentre i suoi concorrenti si rinnovano all’inizio dell’anno, Renault ha scelto di rimandare questo piccolo rinnovamento per la primavera.

Anche se il suo esterno trarrà beneficio da un restyling relativamente leggero con luci raffinate e paraurti leggermente rivisti come la versione GT, non è lo stesso con il suo abitacolo. Nonostante un cruscotto poco ritoccato e quasi identico, la Renault Mégane 4 vedrà le sue forme modificate e trarrà beneficio da finiture più raffinate per salire di gamma… in modo significativo. Il restyling di Megane 4 richiede anche un aggiornamento della tecnologia di bordo con un nuovissimo sistema multimediale EasyLink che sostituirà l’attuale R-Link 2 ed imponenti schermi digitali. Il produttore Renault sembra aver scommesso sull’atmosfera interna in modo che la sua berlina possa competere in termini di modernità in un segmento molto competitivo. 

In termini di tecnologia, manterrà i suoi attuali progressi come il rilevamento di pedoni e ciclisti, frenate di emergenza o manovre di parcheggio ancora più facili grazie a una visione a 360 °.

Una versione ibrida per la Renault Mégane 4

Per prolungare la carriera della sua berlina, Renault ha scelto di offrire una versione ibrida plug-in, come quella della Renault Captur PHEV. Una vera sfida per i suoi concorrenti, la versione ibrida del Mégane 4 adotterà lo stesso propulsore ibrido ricaricabile del SUV Captur. Basata sulla tecnologia plug-in E-Tech, questa nuova versione sarà equipaggiata con un’unità benzina da 1,6 L e un motore elettrico, per una potenza stimata tra 150 e 200 HP. Con una capacità di 9,8 kWh, la sua batteria coprirà circa 50 km in modalità elettrica al 100%. 

Presentata nella primavera del 2020, la Renault Mégane 4 e la versione RS vedranno un prezzo base aumentare fino a raggiungere € 22.000. E per coloro che cedono al modello ibrido plug-in, sappi che il prezzo base dovrebbe aggirarsi intorno ai 30.000 €.

 

Convinto da questo restyling? Non dimenticare di preservare gli interni ora così preziosi con i nostri coprisedili Renault Mégane 4 completamente personalizzati. 

Scopri anche la nostra gamma di tappetini per interni : tappetini perfettamente adatti a tutte le tasche con la nostra collezione di Tappetini First, tappetini in velluto Excellence, tappetini in velluto Supreme o Tappetini in gomma

E per un’impareggiabile facilità di pulizia, Stilistauto ti offre una selezione di tappetini per baule.

 

Buon viaggio!

Le auto a metano del 2020

L’ambiente si sa merita la nostra attenzione e finalmente sembra aver fatto breccia tra le nostre preoccupazioni o almeno attenzioni. Ecco allora che il mondo delle automobili arriva con opzioni su come orientarsi verso quelle quattro ruote dai migliori consumi. In commercio esistono diverse tipologie a questo dedicate, fanno bene all’ambiente e, diciamo pure la verità al portafoglio….ecco allora che siamo andati a scoprire le ultimissime…..

Tra le opzioni verdi troviamo auto ibride, elettriche, GPL e qui nella nostra piccola guida mettiamo sotto i riflettori quelle a metano, le ultime che il 2020 ci offre.

Gli Italiani e le auto a metano vediamo quali ci piacciono di più , e non dimentichiamoci di proteggerle grazie ai migliori accessori auto dalla fabbricazione artigianale Stilistauto.it.

Auto a metano 2020

Come abbiamo detto il metano non si presenta come unica scelta verde eppure, di sicuro rappresenta quella che più si rende accessibile nella spesa iniziale di acquisto…

Troviamo la Volkswagen, la Casa di Wolfsburg, la Seat e Skoda, sono loro pronte a farci risparmiare durante l’anno. La Seat Leon 1.5 TGI da 130 cavalli, grande protagonista, fa contente le famiglie con la versione station wagon….

 

….e la settima generazione della Volkswagen Golf, da nn dimenticare visto il prezzo che si abbassa. La casa tedesca ha infatti previsto l’uscita della nuova Volkswagen Caddy, multispazio dedicato alle famiglie numerose e dotato del motore 1.4 TGI da 110 cavalli  e della DR3 e la DR6, SUV realizzate in Cina dallo stile molto personale e dedicate a chi vuole un’auto spaziosa badando al portafogli. Ecco allora che il ribasso della settima generazione non dovrebbe essere perdere per tutti coloro che sono interessati, questo il momento giusto. 

Auto a metano nuove

Benzina-GPL rimane il protagonista per questo le case automobilistiche hanno poca scelta per nuove auto a metano eppure le novita ci sono e se volete considerare l’acquisto di una di seconda mano…..perché no!! Ma attenzione e guardate bene l’offerta di quelle nuove prima di ritrovarsi con una di seconda mano che costa quasi quella usata che ora vi ritrovate in garage. Inoltre spesso comprandola nuova da concessionario potrete usufruire dell’offerta che vi accompagna in caso di problemi, di garanzie e manutenzioni….tutto assente nel caso di un acquisto di seconda mano da particolare…

Inoltre attenti bene a chi non e’ esperto, il consiglio? Portate con voi l’amico meccanico, non fa mai male e vi aiuto nella giusta decisione!

Fiat a metano

Quali quelli adatti a tutti i portafogli? 

Eccoli qui:

Fiat Panda TwinAir Turbo Natural Power

La Fiat Panda rimane sempre protagonista, il suo motore TwinAir Turbo da 0.9 di cilindrata e 70 cavalli, grazie anche al peso ridotto, consente consumi davvero piccoli ed ecologici.

 

Il modello Fiat a metano si presenta con quell’aspetto sportivo rialzato rispetto alla versione esclusivamente a benzina, necessario per consentire l’installazione delle bombole nella parte sottostante del pianale. Per chi non e’ dipendente dal condizionatore l’offerta base si basa sui 16.200 euro.

Fiat Qubo Natural Power

La Fiat Qubo Natural Power la multispazio super benvenuta nella famiglie che adorano spostarsi….Il suo spazio e’ indimenticabile, comfort assoluto negli spostamenti di tutta la famiglia e dei bagagli che non dovranno più essere ridotti!

Il suo motore è il 1.4 8V da 77 cavalli, magari non adeguato a chi cerca la brezza di una guida adrenalinica ma la favorita di chi vuole rispettare l’ambiente e di adrenalina alle ruatoe nomn e cerca!

Audi a metano

Chi cerca gli anelli delle quattro ruote la loro eleganza e la classe che ne sprigionano ma nel contempo non rinuncia al risparmio carburante e rispetto per l’ambiente, l’opzione migliore…….audi a metano. La versione 

Audi A3 g-tron 5 porte

 

L’Audi A3 g-tron la berlina rifinita, dal fascino, e dalle prestazioni al top. Il motore benzina 1.5 litri da 131 cavalli e mantiene inalterata la vocazione sportiva della vettura, anche grazie al cambio doppia frizione S Tronic offerto di serie. Il prezzo è in linea dai 30.400 euro.

Da non dimenticare …..

Audi A4 g-tron e Audi A5 Sportback g-tron

 

Seat a metano

Nell’universo made in Germany, vedi colosso gruppo Volkswagen, oltre all’Audi e alle stesse vetture della Casa di Volfsburg, è presente anche il marchio Seat. La grande famiglia allargata dove andiamo a scoprire la Seat a metano. Nello specifico troviamo la Seat Ibizia TGI Seat Ibiza TGI, vicina alla Panda per la sua indimenticabile. 

Il look moderno con la doppia alimentazione a motore da 1.0 litri da tre cilindri e 90 cavalli di potenza, con allestimento Reference partiamo dai 16.800 euro.

Da non dimenticare….

Anche la Seat Leon TGI dai 24.590 euro, motore turbo quattro cilindri a iniezione diretta da 1.5 litri della Leon TGI, sistema Start-Stop, turbocompressori a geometria variabile, pistoni rivestiti in nichel-cromo a potenza di 115 cavalli. La troviamo in cambio manuale a sei marce che il DSG automatico a sette rapporti, tutta da proteggere con coprisedili su misura Seat.

La Seat Leon 1.5 TGI 115 CV

Con i consumi di carburante nel ciclo combinato WLTP pari a 6,0-6,9 m3/100 km, a fronte di emissioni di CO2 nel ciclo combinato WLTP pari a 108-123 g/km. Ovviamente anche la Seat Seat Arona TGI, primo SUV a metano per chi non vuole proprio rinunciare a quell’assetto guida proprio dei SUV ma rimane ecologico. Stesso il motore a benzina della Ibiza, il 1.0 tre cilindri turbo da 95 CV, e nell’allestimento base chiamato Reference, i prezzi partono da 17.450 euro.

E la Seat Mii?

Qui siamo su una alimentazione doppia per la city car che quindi sfata il mito che, solo le vetture lusso…..anche loro come la Volkswagen Up!, la Seat Mii si differenzia dalla sorella tedesca per l’aspetto propriamento quattro ruote spagnolo.

La Seat Mii Ecofuel, utilizza il motore 1.0 tre cilindri che eroga la potenza di ben 68 cavalli al prezzo per allestimento base Style da 13.830 euro.

 

Volkswagen a metano

Dopo Audi e Seat, arriviamo da lei la Volkswagen dove le scelto sono davvero molte 🙂

Volkswagen UP!

 

Il best seller della casa tedesca nel mercato delle cittadine, dopo la brutta avventura passata con la Lupo……arriva questa versione alimentata a metano utilizza il 1.0 da 60 cavalli.

Nell’allestimento eco take up! include di serie accessori quali il Radio Composition Phone con schermo a colori da 5″ ma non il climatizzatore, da 11.500 euro.

 

Polo TGI

Grande successo dopo la Polo. La sua storia dagli anni 1980 si rinnova fino a questa ultima versione 2019 con motore 1.0 litri tre cilindri turbo benzina da 90 CV ideale per l’alimentazione bifuel. Prezzo a partire da 16.950 euro.

 per chi rimane soddisfatto dell’allestimento versione Trendline BMT

Volkswagen Golf TGI

Tante le nuove entrate in casa tedesca…eppure la TGI rimane li con la sua immagine ancora di gusto che piace a tutti noi. Il modello a metano che si abbina al motore a benzina ha una potenza di 130 cavalli, costi chilometrici di carburante ridotti. I prezzi sono in linea con la qualità del prodotto e nell’allestimento Trendline vanno da 27.850 euro.

Lancia a metano

La Made in Italy non poteva mancare, meno male 🙂

La troviamo con tanti allestimenti diversi….tutti da proteggere con i tappetini Lancia o con i coprisedili Lancia, investimento che protegge a lungo e ripaga qualora si voglia rivendere!

Lancia Ypisilon

L’utilitaria fashion, la femminile….piace alle donne apparentemente per quelle linee di gusto eleganti e ricercate. Motore a metano 0.9 litri bicilindrico in grado di offrire 70 cavalli di potenza e buona economia di consumi. Disponibile dai 17.700 euro.

Opel a metano

Con la Opel a metano abbiamo un pieno di gas da 18 euro, per un’autonomia di almeno 420 km, e l’ambiente contento per emissioni ridotte sui 113 g/km di CO2.

L’Opel Astra a metano con motore 1.4 T da 110 CV è in esaurimento scorte, e parte dai  20.900 euro.

Skoda a metano

Tra le Skoda metano ecco qui l’Octavia e Citigo.

Skoda Octavia G-TEC

 

Dotata di un nuovo e più potente motore 1.5 TSI 130 CV. Unica versione fa contente le famiglie o chi semplicemente ama lo spazio, troviamo infatti la sola disponibile station wagon…..con 17,7 chilogrammi di gas naturale.

Skoda Citigo G-Tec

Non tanti i metano in casa Skoda, oltre alla Octavia, è disponibile anche la Citigo G-Tec. Parente stressa della Volkswagen Up!, la Citigo nella versione a metano con lo stesso motore della Up! ovvero il 1.0 tre cilindri da 68 cavalli con prezzi da 10.290 euro.

Skoda Scala G-Tec

La nuova arrivata Skoda Scala G-Tec a metano con motore a tre cilindri 1.0 da 90CV e 160 Nm. Con lei si guida anche quando vengono indetti i blocchi del traffico, grande vantaggio insieme al serbatoio di riserva da 9 litri nel caso di assenza di distributori a metano. Capacità totale di 13.8 chilogrammi di metano, con un’autonomia quindi di 410km e un’autonomia complessiva di 630 km inclusa la parte a benzina.

DR a metano

Nel listino del costruttore molisano si possono trovare dei SUV parecchio interessanti sia per il prezzo di listino concorrenziale che per le dotazioni di serie.La DR 3, la DR 4, la DR Evo 5 e la DR 6. La DR metano arriva davvero con un ventaglio di opzioni. La DR 3 misura 417 centimetri in lunghezza, non ingombra e ha un motore di benzina da 1.5 litri in grado di erogare 106 cavalli dai 17.500 euro.

DR 4

Sale di dimensioni e il motore a metano disponibile è il 1.6 benzina da 114 cavalli in grado di garantire buone economie di esercizio. Il prezzo dai 19.500 euro.

DR Evo 5

Lunga 4 metri e 42 e larga 176 centimetri, la DR Evo 5 è uno dei SUV di punta tra le auto DR metano. Unica motorizzazione, il 1.6 benzina da 126 cavalli forse non troppo veloce ma ottimi i consumi e il prezzo dai 17.400 euro.

DR 6

Il meglio DR metano con la DR 6. Il SUV molisano di 150 cavalli dai 22.500 euro.

 

CYBER MONDAY 2019 : APPROFITTA DEI SALDI SU MISURA

 

Quest’anno, il 2 dicembre 2019 è la data del Cyber Monday in Italia. Amico che prolunga il black friday, il Cyber Monday propone Riduzioni supplementari a tutti quelli in cerca del buono affare.

 

Approfittare del Cyber Monday

 

Tutti connessi per approfittare Dei salti proposti dai giganti del Commercio linea, è in prima fila con migliaia di articoli. I saldi del Cyber Monday si chiuderanno alle 23:50 esatte. Bisognerà quindi essere determinati e rapidi quest’anno.

 

Per approfittare del Cyber Monday, auto vi consiglia di fare una lista precisa di tutti quei prodotti di cui veramente Avevate bisogno o che hanno catturato i vostri occhi dal primo momento. Questo per essere pronti ed evitare acquisti inutili e impulsivi. Lista alla mano, sul sito che propone buoni affari e sia dei vigili ai migliori prezzi. Potrete per esempio riempire in anticipo il vostro carrello. Questo Verrà aggiornato con le promozioni attuali e così non vi basterà che pagare.

 

Vogliate sempre ricordarvi di comprare su siti sicuri nei quali avete con fiducia per evitare gli imbrogli. Attenzione alle offerte troppo belle per essere vere, se volentieri È proprio così…. E vere Purtroppo non sono. L’offerta del secolo non è mai una vera e propria offerta, è un segno a cui fare attenzione. Se avete il dubbio su quel link mai sentito prima,. Troppa prudenza non fa mai male e poca prudenza in linea può costarvi cara. È un’ottima occasione per fare degli affari eccellenti, eppure la prudenza bisogna sempre tenerla con se.

 

Al fine di quelle tante tentazioni, un budget Massimo da non sorpassare. Potrete così approfittare del Cyber Monday in tutta serenità.

 

Il Cyber Monday in Italia

Come dicevamo al principio il Cyber Monday è amico e successore del Black Friday, e prosegue i grandi affari. Spesso è integrato in quella Cyber week che quindi ingloba il black friday e termina il lunedì con delle belle offerte.

 

In Italia in saldi estivi e saldi invernali. In entrambi questi periodi L’Italia si divide per regioni ognuna delle quali, quando inizia a finire il periodo di saldi. Dall’Abruzzo, alla calabria la Campania fino a nord in genere, e buone offerte per circa 60 giorni.

Attenzione bene sul web come nei negozi, i metodi di pagamento accettati prima dei saldi devono rimanere gli stessi nei periodi delle offerte. Accettava la vostra carta di credito o il vostro assegno deve farlo anche nel periodo di saldi, dubitate perché Commercio poco serio.

Attenzione Anche perché le regole del Commercio vogliono che la merce in saldo deve riportare in modo chiaro e ben leggibile il prezzo di vendita, in modo specifico parliamo dei due prezzi quello originale e quello scontato e quindi la percentuale di sconto applicata. In caso di vizi o mancata conformità rispetto alle caratteristiche descritte del bene venduto, anche in caso di saldi il commerciante deve restituire l’importo o sostituire la merce. In nessun caso i soldi sono una scusa per vendere merce scaduta o difettosa, venga deve questa essere sostituita o rimborsata.

 

Il Cyber Monday della Stilistauto

Stilistauto, nei coprisedili auto i tappetini auto su misura Mi propone prezzi di fabbrica durante tutto l’anno.

Grazie a una larga gamma di prodotti di grande qualità confezionati della nostra sartoria dove seguiamo l’intero processo di fabbricazione, pure il meglio. Ricopre il 100% dei vostri sedili e protegge il suolo dell’auto con tappetini su misura e seguendo il vostro stile. Fatti la scelta di tessuti dei colori e delle finizioni, la vostra auto e con il vostro stile. Le dimensioni su misura sono calcolate e grazie alla collaborazione con tutte le case automobilistiche presenti sul mercato. Il nostro lavoro infatti si svolge per soddisfare i vostri bisogni era darvi un servizio di qualità. Nell’occasione del Cyber Monday, regalarvi delle offerte su misura esclusive.

 

Scoprite Allora i nostri coprisedili auto su misura, come i tappeti disponibili per tutti i modelli automobili. Stilistauto, è ancora gamba di tappetini per baule sempre su misura adatti a tutti i tipi di veicoli presenti nel mercato e copriauto di protezione.

 

Approfittare allora e fatevi regalare o regalate con Stilistauto.it lo stile in auto!

 

Cinque buone ragioni per comprare coprisedili su misura

Forse siete leggermente fissati, amore o semplicemente volete preservarla, allora le 5 buone ragioni per cui acquistare un coprisedile auto.

Una spesa decisamente fattibile, una facile installazione, i coprisedili auto su misura offrono al conducente e ai suoi passeggeri un Comfort innegabile.

 

Permetteranno, inoltre, di proteggere efficacemente i sedili originali da macchie e dal tempo che ahimè passa e per quanta cura possiamo porre si farà sentire nel vostro interno auto.

 

1- Perché siete premurosi con la vostra auto

 

Avete appena comprato la vostra nuova auto. decisamente impeccabile.

 

Vi preme quindi che rimanga così per lungo tempo, o a. Sì,, terno non farà nel tempo abbastanza., tanti sono spesso Infatti All’interno del veicolo.

Avete dei bimbi? Degli animali?

Ama te quelle passeggiate in campagna nel mezzo della natura e quelle attività sportive outdoor?

È ovvio che le macchie, i graffi e la naturale usura, i sedili della vostra auto subiranno tutto questo ogni giorno. Bersaglio preferito dei più piccoli e del vostro amico a quattro zampe è inevitabile che ne soffrono le conseguenze. Sedili auto sono la soluzione ideale per ricoprire il sedile originale ho la pelle originale della vostra auto.

Facili da installare, una volta sporchi potete potete semplicemente toglierli e lavarli. Essendo dei coprisedili su misura dovrebbe dedicarci un pochino di tempo nell’installazione, ma ne vale la pena,  conseguenza rovinare permanentemente il sedile auto e costringere quindi ad avere un’auto il cui valore sarà decisamente più basso.

 

2- Perché non avete voglia di passare il vostro tempo a pulire la vostra auto

 

Con una vita a cento all’ora il gusto poco pronunciato per la pulizia degli interni e degli esterni della vostra auto, vi capiamo proprio bene!

 

Passare la domenica pomeriggio con un panno umido a strofinare su ogni piccola macchia del vostro sedile, se non ha l’ambizione di tutti. Parte spesso e volentieri anche se siete dediti alla pulizia devo essere interni auto,. Strofinare con un panno Mino la macchia non è la stessa cosa che togliere il copri sedile, lavatrice, asciugare e rimetterlo. Ultimo caso Infatti avrete in menchenonsidica dei sedili nuovi e brillanti come pil primo giorno.

 

3- Perché pensate di rivendere la vostra auto

 

Come? È già arrivata l’ora? Siete già in procinto di vendere la vostra piccola auto?

 

Forse no e allora vi sveliamo un segreto,….È arrivato il momento di proteggerla. Non volete rivenderla domani, vermi degli anni insieme per poi rivenderla e comprarne L’ultimo dei modelli…… Questo è il buon momento proteggerla. La protezione Infatti diventa soluzione quando previene il danno, il sedile ormai fortemente danneggiato il coprisedile lo rinnova perché copre il danno ma se lo previene il gioco è dalla vostra parte.

Installate Allora di coprisedili auto, è migliore. Riprendere la vostra auto potrete decidere di tenere il coprisedile montato, toglierlo ed esporre un auto con coprisedili nuovi di zecca. Un interno auto curato, o segni del tempo aumenta enormemente il valore della vostra Quattroruote.

 

4- Per rinnovare la vostra auto

 

Avete passato degli anni insieme alla vostra quattroruote, buoni momenti.. E si vede! Infatti è arrivato decisamente il momento di rinnovare di dare quel tocco di nuovo ai vostri interni auto. Dopo tante passeggiate in montagna, e quest’ultima estate al mare, applicano per un’area di nuovo. Scherzi nuovi come lo erano il primo giorno. Sera scegliere dei coprisedili auto su misura adatti al vostro modello e marca automobile e il gioco Sarà fatto. In men che non si dica vi ritroverete con degli Interni nuovi, grande il valore ha portato alla vostra auto.

 

5- Per un restyling della vostra auto

 

Si sa restare sempre con lo stesso look a volte è noioso. E allora senza lanciarvi in spese folli, e soprattutto dolorose per il portafoglio, aspettare nuovi coprisedili auto. Che vi seguirà nel tempo e che vi garantirà sempre un’ottima qualità. Non Vi costerà, ma evitando future gravose spese. Cambiare un sedile è qualcosa di improponibile spesso e volentieri È un tappezziere che debba ricreare il tessuto originale dei vostri coprisedili è una follia. Prima che sia troppo tardi proteggete i coprisedili originali della vostra auto con delle fodere su misura originali per il vostro modello auto. Azione che donerà un nuovo stile all’interno auto, un’aria nuova che non fa mai male.

 

I nostri coprisedili stilistauto su misura sono confezionati nella nostra sartoria, ed è per questo che possiamo garantirvi il meglio. Processo di fabbricazione sappiamo cosa facciamo perché siamo noi stessi a farlo. Propone il meglio ve lo garantisce provare per credere uno stile su misura del vostro stile.

L’inverno in arrivo? Auto pronta!

Che vi piaccia o meno l’inverno sta arrivando. Siamo ormai agli sgoccioli, giorni pieni di sole a guidare con il finestrino abbassato sono ormai verso la fine. Con alcune differenze tra il nord e il sud, siamo tutti dinanzi all’inizio di quei giorni grigi e freddi e quelle mattine umide.

Non vi preoccupate c’è ancora tutto il tempo per far sì che la sua che la vostra auto sia pronta per l’inverno. Prenderti cura del motore e della manutenzione generale della propria auto, è necessario durante tutto l’anno. Con l’arrivo dell’inverno però, indispensabile portare la propria auto a fare un controllo generale per evitare brutte sorprese in quei freddi giorni invernali. Nessuno di noi vuole ritrovarsi sulla strada ghiacciata con l’auto in panne. In questo articolo, vogliamo proporvi qualche consiglio e trucco per prepararsi bene all’inverno.

Controllo delle gomme:

Non solo il ghiaccio la neve devono farvi preoccupare durante l’inverno. Pioggia strade bagnate possono essere altrettanto pericolose il controllo delle gomme è essenziale, per garantire la giusta trazione sulle auto durante l’inverno. Se il profilo delle ruote, sembra essere consumato Allora la soluzione migliore è rivolgersi a un garage dove potranno controllare e lo stato e decidere se cambiarle o rifarne semplicemente il profilo.

Consigli per le gomme:

La gomma a terra si sa, è un incubo sia sotto il sole che nella neve. Il problema è che nei mesi invernali questo diventa pericolosissimo, difficile Inoltre cambiare la ruota su strade innevate o ghiacciate. Proprio quando stiamo tornando dal lavoro stanchi dopo una lunga giornata, fuori è già buio e freddo e, perché quando non deve accadere accade, la gomma è a terra.

Un trucco che possa salvarci dal passare momenti spiacevoli a bordo strada riparando la gomma a terra, è lo spray ripara gomme. In questo modo non avremmo bisogno di attrezzi particolari ma basterà per farci arrivare tranquillamente a casa. È importante evitare che questo accada controllando la pressione delle gomme regolarmente. Su strade ghiacciate innevate e nei periodi invernali l’uso di calze da neve è necessario e mandatorio.

Batterie auto:

Perché guida una macchina anziana, l’inverno spesso fa rima con i problemi alle batterie dell’auto. Infatti, ormai datate tanto non scaricarsi molto più in fretta. Se la batteria ha causato problemi nel passato, o se non avete guidato l’auto per un certo periodo, grande la probabilità di ritrovarsi la mattina con l’auto che non parte batterie nuove sono relativamente economiche, e potrebbero salvarvi da quelle mattine in panne.

Liquido lavavetri:

Se siete tra coloro che guidano molto durante l’inverno, utilizzerete senz’altro il liquido lavavetri spessissimo.

Munitevi allora, di un prodotto che possa funzionare anche a basse temperature. Nessuno di noi vuole ritrovarsi con il vetro dalla scarsa visibilità è il liquido lavavetri completamente ghiacciato.

Tergicristalli:

Se c’è qualcuno che non sopporta l’inverno sono sicuramente i nostri tergicristalli. Metti, che subiscono i più grandi danni. Gomma che pulisce il vetro, dopo una torre d’estate ha già subito delle degradazioni, in inverno sarà sicuramente molto meno al suo dovere. Conviene allora, controllarla e se necessario cambiarla. Un’operazione che può essere fatta facilmente da soli.

Ulteriori controlli:

Tanti piccoli ulteriori controlli possono essere necessari prima dell’inverno, e perché una visita dal meccanico potrebbe levarsi i dubbi e le preoccupazioni. E poi l’estate ha lasciato i suoi segni nell’ interno dell’auto, potete pensare di affrontare l’inverno con un nuovo stile. Coprisedili auto possono essere utilissimi, una veste nuova che vi proteggerà durante tutto l’inverno. Potrete scegliere Infatti il colore che più vi rappresenta e che è meglio sposa il vostro abitacolo. Potrete poi Completare con dei tappetini auto in abbinato, utilissimi durante l’i

208 E E-208 : LE NUOVE PEUGEOT

Altra indimenticabile, la Peugeot 208 riesce a far parlare di se anche in quest’anno 2019. Davanti alla sua grande rivale, la Renault Clio 5, la 208 riprende forza. Rimonta tra la gamma delle sue motorizzazioni, benzina e diesel. Si distingue anche per stile e per quell’aria sportiva. La prima battezzata dal leone in versione 100% elettrica, questa nuova Peugeot 208, si rinomina e-208.

Nuova Peugeot 208 : lo stile contemporaneo

Ufficialmente lanciata al Salone di Ginevra nel 2018, la nuova Peugeot 208 si differenzia grazie alle sue linee, inconfondibili.

Il design interno ed esterno è stato ripensato per un maggiore glamour sportivo. Acquista 7 cm in lunghezza rispetto al modello precedente, meno alta e più larga. Una nota di dinamismo su tutta la carrozzeria.

La 208 sul davanti crea lo spazio per una bella calandra e nuovi fari LED dall’aspetto molto particolare e ricercato. Questi hanno la sembianza di graffi, sfumano di originalità una carrozzeria che non si dimentica. Il design posteriore non è da meno con un rinforzo futuristico, marchio incontrastabile di un carattere presente.

A bordo, l’abitacolo è più grande e la zona per organizzarci è notevolmente più confortevole. Una modernità che si aggira negli interni auto e si mostra in tutto il suo splendore per il suo sistema strumentale 3D e i-cockpit. Uno schermo tattile da 5 a 10 pollici accompagna la personalizzazione scelta.

Tutti i modelli saranno equipaggiati da una condotta semi automatica “Drive Assist”. Questa sarà disponibile sulle 508 e 3008 della casa automobilistica.

Una piccola gamma dai grandi prezzi

La gamma si compone:

  • Cinque finizioni: Like, Active, Allure (il cuore della gamma che dovrebbe rappresentare la maggioranza delle vendite), e infine la GT Line e GT, le più alte nella gamma.
  • Tre le motorizzazioni: benzina da 75, 115 e 130 cv. Anche un diesel da 100 cv.

Più costosa della Clio 5, la sua principale concorrente, il prezzo della nuova Peugeot 208 modello base (Like 1.2 PureTech 75) dovrebbe tenersi sui 16 000 €. Una tariffa che si giustifica, grazie ai nuovi elementi presenti nella vettura, tra questi gli accessori di una sicurezza ottimale.

Una versione 100 % elettrica con la Peugeot e-208

Stesso look, stesse dotazioni, stesse finizioni, ma un motore completamente diverso!

Osa la Peugeot che va contro corrente al mercato, crea, infatti, una 208 e non la differenzia in versione elettrica. Tutto rimane uguale, davvero tutto! Tranne ovviamente, il motore!

Sul mercato all’inizio del prossimo anno 2020, tarderà quindi solo qualche mese rispetto alle quasi gemelle dai motori termici. Proposta in versione 136 cv, offrirà un’autonomia da 340 km.

Le attese sono grandi da parte della Peugeot che si aspetta e spera, un’influenza del 15% sul totale delle vendite. Una seria concorrente della Renault Zoe. La Peugeot e-208 dovrebbe essere venduta a circa 30 990 €.

Aperte le prenotazioni delle sue due versioni, la nuova Peugeot 208 è arrivata con qualche mese di ritardo sul mercato rispetto alle avversarie ma, non ha intenzione di farselo pesare!

Vi siete lasciati sedurre, da questa nuova Peugeot 208 e volete ora proteggerla e personalizzarla ai vostri gusti? Scoprite tutte le nostre offerte con i coprisedili auto, tappetini auto e tappetini bagagliaio, non importa quale finizione avete scelto, noi abbiamo la soluzione per voi.

Buon viaggio a tutti dalla Stilistauto.it

 

7 CONSIGLI PER SOPRAVVIVERE I LUNGHI VIAGGI IN AUTO CON I PIU’ PICCOLI

Le vacanze sono oramai finite? Allora questa volta siamo in ritardo. Se invece come molti di noi, le vacanze sono proprio alle porte (meno male !) o se ancora quei lunghi week-end sono un’abitudine, viste la temperatura e la voglia di vacanza…….Ebbene abbiamo qui un articolo che vi potrebbe proprio interessare, i lunghi tragitti in auto, sono ahimè parte delle vacanze con l’insidia di tradursi in maratona di sforzi e frustrazioni su quattro ruote. Un lungo viaggio abbiamo visto può essere difficile con il vostro amico a quattro zampe, figuriamoci con un piccoli neonato o dei bimbi in auto, anche se più grandi la noia è dietro l’angolo. Ecco qui allora, i nostri 7 consigli, e se non abbiamo la formula magica, di sicuro proviamo a sperimentare!

 

 

Consiglio n°1: siate chiari sulla durata del viaggio

 

A partire da una certa età, il bambino è in grado di comprendere e di anticipare la durata di un viaggio. Se volete evitare il famoso ” Siamo quasi arrivati?” “, siate chiari e onesti sulla durata del viaggio previsto in auto.

Spiegate chiaramente al vostro bambino il tempo nel quale dovrà sedersi in auto. Potete tracciare insieme, prima di partire l’itinerario su una mappa, indicando i vari posti dove vi fermerete per delle belle pause in famiglia. Soprattutto quando questi hanno per lui un diretto interesse: ” Ci si ferma da quel ristorante, dove puoi mangiare un bel piatto di pasta….” ; ” Ci fermeremo vicino a quel bel lago, possiamo fare un salto in acqua veloce…

Inutile nascondere la verità ai piccoli o meno piccolo si sa’ quando un viaggio è lungo, ce ne accorgiamo tutti. L’Onesta premia perché il vostro bambino sa dal principio cosa si aspetta.

 

Consiglio n°2: in auto ci vestiamo comodi

 

I lunghi tragitti in auto con neonati o bambini più grandi sono dure prove, dove la pazienza è in prima linea. Senza doverli lasciare direttamente in pigiama, pensate che forse il momento per quella bella tenuta non è nell’auto. Questo è il momento per delle tenute leggere e soprattutto extra comode, il dover star seduti delle ore è già abbastanza fastidioso da solo. Via libera ai pantaloni da ginnastica e la maglietta larga e piacevole, tutto ciò che sia facile da portare.

Fate attenzione che il vostro piccolo o meno piccolo, sia ben istallato, cinture di sicurezza e via dicendo, tutto nel pieno rispetto delle regole previste dal codice della strada.

 

Consiglio n°3: i piccoli dormono e voi guidate

Il più grande trucco per aggirare quel lungo viaggio ? Alla guida quando i piccoli fanno il loro riposino pomeridiano,
il viaggio sembrerà più breve per tutta la famiglia. Partire per un lungo viaggio con bambini piccoli, resta una bella missione ma, se scegliamo quelle ore pomeridiane, dove sono consueti dormire, o la sera stanchi dopo una lunga giornata o ancora di notte, faremo del nostro viaggio un’esperienza certamente più gradevole.

Consiglio n°4 : attenzione alla noia

Lasciare i bambini senza nulla da fare durante il viaggio in auto, equivale a dare il benvenuto alla noia e si sa chi si annoia si lamenta e disturba la concentrazione degli altri, in questo caso voi alla guida. Cercare di restare concentrati sulla strada mentre i piccoli dietro strillano ? Missione impossibile e certamente pericolosa.

Secondo l’età del vostro bambino, le idee sono innumerevoli.

  • Sì alla lettura

Sotto forma di libri sensoriali o pieni d’immagini per i più piccoli, riviste o fumetti per i più grandi, la lettura è un eccellente compagno per non annoiarsi e addirittura imparare cose nuove durante quel viaggio così lungo. Se il divano posteriore della vostra auto è occupato dai più piccoli, allora perché non registrare una storia letta da voi con la propria voce, la riconosceranno e ne saranno felici.

  • Benvenuti giocattoli

Preparate una borsa con i suoi giochi preferiti. Preferite ovviamente i giochi dalle piccole dimensioni, facili da prendere come i piccoli personaggi del lego o del playmobil, le barbie o dei peluche. Non esitate poi a investire in piccoli giocattoli, la novità lo sappiamo attira l’attenzione e voi volete proprio la sua attenzione, il suo entusiasmo nel giocare seduto per ore nell’auto.

  • Viva la creatività
    • Un piccolo diario, qualche penna colorata e il gioco è fatto. Disegnare è una delle attività preferite dei più piccoli. Non esitate a suggerire delle tematiche, potete proporre di disegnare per esempio degli animali che possono trovarsi nella giungla, nella foresta, nel mare etc..
    • Gli adesivi, altro alleato dei viaggi. I bambini adorano incollare, comprategli un foglio di piccoli adesivi tutti da scoprire incollare, ancora una volta la novità unita a un’attività sedentaria giocherà un bel ruolo e farà del vostro viaggio un momento piacevole.

 

  • I giochi da fare in famiglia

I classici dei lunghi viaggi in famiglia. Avete capito ? Quelli dove giochiamo insieme in auto, indovina che animale ha in testa, i frutti che iniziano con la lettera m, le città che si trovano e via dicendo. Ci siamo capiti, quei vecchi giochi, dove nulla è da comprare, solo la nostra voglia di giocare insieme, la creatività può essere senza limiti e le risate garantite.

 

  • La musica

Protagonista e alleata che addolcisce qualsiasi momento. Il pretesto della distrazione ideale, chi è che canta ? Come s’intitola ? Scaricate la vostra playlist favorita e quella dei vostri piccoli, uno per volta mette la sua canzone preferita e ancora mille modi di passare il tempo possono nascere da una canzone insieme…… Potrete improvvisare un karaoke, abbassate il volume e provate a seguire la canzone, rialzate e vedete se siete a tempo….solo un’idea delle mille che potete usare a vostro favore per una vacanza che comincia alla partenza.

  • Gli schermi

Limitandoli il più possibile, rimangono inesorabilmente delle soluzioni ultime quando più nulla funziona. E allora, un momento sullo schermo con il film preferito, un gioco o una storia può prolungare la pazienza del vostro bambino e , giusto il tempo di arrivare a destinazione. Ricordiamoci bene di non superare un’ora di tempo e mai sotto i tre anni di età.

Consiglio n°5 : spuntino si !

Preventivate un piccolo sacco per sgranocchiare con quello che il vostro bambino preferisce e non sempre è autorizzato ad avere. Cediamo pure sulle patatine o sulle caramelle per una volta, sempre ricordando di non esagerare. Infatti, bisogna tenere conto che gli zuccheri aumentano l’energia del vostro bambino, trovandosi seduto in auto, non vogliamo diventi una bomba energetica. Da non dimenticare, un must assoluto, il biberon con l’acqua per i più piccoli, e una semplice bottiglia d’acqua per voi e i più grandi.

Consiglio n°6 : l’importanza delle soste

 

Per non affaticarvi troppo e non esaurire la pazienza dei vostri piccoli, ogni due ore una sosta fa bene a tutti. Forse aumenta la durata complessiva del vostro viaggio ma, si sa, meglio arrivare dopo ma con un bel viaggio alle spalle. Fermatevi spesso per sgranchire le gambe e prendere aria, se possibile in un luogo con un’aria di giochi che sarà benvenuto con i bimbi immobilizzati per ore nella vettura. Niente di meglio di una corsa sullo scivolo e un giro d’altalena.

Consiglio n°7 : auto pronta per il viaggio

 

In ultimo e non per importanza, un’auto pronta e ben organizzata. Ancora meglio, un’auto riorganizzata perché un lungo viaggio richiede inevitabilmente una diversa organizzazione. Per i più piccoli, il biberon, i pannolini, tutto ciò che è più utile a portata di mano.

Per i più grandi, un’organizzazione con piccoli vani è ideale. Giochi, libri, colori, merendine e acqua possono tutti avere il loro posto. Più tutto sarà organizzato e a pronta di mano più è facile per i vostri bambini decidere loro stessi come passare il tempo avendo tutto a portata di mano.

Infine, pensiamo bene che un lungo viaggio peserà su tutti e anche sui vostri sedili e su tutto l’abitacolo. Lo sgranocchiare nell’auto, le bibite, i colori, tutte minacce per il vostro interno auto. Soluzione economica senza rinunciare al lusso e allo stile personale, sono dei coprisedili su misura, federe auto che rivestendo il 100% dei vostri sedili li proteggono in elegzanza+. Abbinatele con dei tappetini auto su misura per un combinato di protezione che vi garantisce il meglio e una praticità nelle vacanze, al mare o montagna ! Siete ora pronti per mettervi in viaggio e a noi non resta altro che augurarvi buone vacanze.

Buon viaggio con Stilistauto!